logo di orbolandia composto dalla mole antonelliana, la citta stilizzata e la scritta ciechi a misura di citta ORBOlandia
ciechi a misura di città - autonomia o essere serviti -
più pratica o più grammatica - cieco che fa da se fa per 3 -
app e ausili tifloinformatici senza orpelli e gabelli
Spot001
> HOME > NEWS > GALLERY > APP suggerite per iPhone > CONTATTACI > PARTNERS
__________
PERCHE' QUESTO SITO e quale FINALITà ha?

Premesso che non si vuole "gareggiare" e ancor meno "baipassare"...
Premesso che come "figlio dei fiori" ho già provato a cambiare il mondo ,
il nostro intento è quello di raggruppare persone che come me
vivono la disabilità visiva, insomma è cieco o ipovedente, ma anche le persone che vivono la disabilità di un figlio , di un parente o di un amica/o.
Non sono mai stato distratto ma quando meno me l'aspettavo un giorno del 2007 ho perduto la vista. Quando ciò succede è panico assoluto per tutti.
Ovviamente io e miei cari ci adoperammo fin da subito per chiedere un "aiuto" ma incontrammo muri di gomma che ci rimbalzavano... in alcuni casi dopo la nostra richiesta di informazioni , anche solo per sapere cosa fare per richiedere l'invalidità, ci sentivamo rispondere che PRIMA dovevamo fare e pagare la tessera di iscrizione. per quanto mi riguarda, dopo i primi mesi di smarrimento e depressione ho incontrato la fortuna col nome di SILVIA Dott.sa LOVA che mi ha "insegnato a camminare" percependo con capacità e professionalità le mie ansie e paure facendomele superare. In seguito ho avuto modo di partecipare , come volontario, ad alcuni progetti atti a sensibilizzare gli alunni delle elementari, queste esperienze mi servirono a capire tante cose e a conoscere tante belle persone, Ho conosciuto molte volontarie del Servizio Civile che con sorprendente abnegazione e professionalità gestivano i vari progetti nonostante fossero viziati da un'organizzazione a dir poco approssimativa. Ho potuto conoscere molti ciechi e ipovedenti che mi hanno fatto "pensare" a questo progetto: ORBOlandia. Scoprire che ciechi dalla nascita o diventati che a 40/60 anni non uscivano mai da soli, addiritura non riuscivano a fare da soli le scale, o usare il computer (questo sconosciuto)... a malapena leggono la posta.
insomma ho trovato molti adulti "nati vecchi" senza interessi che invece di battersi per imparare e insegnare a tutti l'Orientamento e la Mobilità col bastone, a prendere i mezzi pubblici (per noi gratuiti) si battono per i TAXI gratis piuttosto che una/o volontaria/o accompagnatrice/tore gratis... ma se non si hanno disabilità motorie sarebbe più giusto spostare quelle risorse per altri scopi. Una cosa, qualche mese fa, mi ha fatto rabbrividire ed è stato lo scoprire il grado di istruzione e autonomia di alcuni giovani ciechi (20/25 anni) a cui nessuno aveva mai spiegato il semplice quadrato, il perimetro , l'area ecc. io l'ho fatto e in tre mezze giornate l'hanno imparato (dimenticavo di dire che io non ho superpoteri) ma la goccia che ha fatto traboccare e quindi pensare questo progetto ambizioso è stato scoprire che i suddetti giovani non sapevano allacciarsi l'orologio e neppure legarsi le scarpe... a 25 anni nessuno aveva ancora pensato di insegnarglielo, e l'incredibile è che dopo anni di Scuola Superiore ENAIP nessuno se n'era accorto. Queste e altre altrettanto incredibili costatazioni hanno fatto nascere in me la voglia di cercare altre persone volontarie che come me abbiano voglia di provare a migliorare l'attuale "gessismo" senza volersi sostituire ad alcuno ma semplicemente facendo da complemento (gratuito) alle varie Associazioni Solidali.

LE NOSTRE FINALITà:

La nostra finalità primaria è creare una COMMUNITY di persone "qualunque" , cieche o con altre disabilità ma non solo, che conoscono o vivono o comunque hanno a cuore le varie problematiche dell'oscuro.
Altre importanti finalità sono:
Condividere esperienze, ansie, paure, trucchetti per orientarsi piuttosto che per superare le bici, le moto o peggio ancora le sedie e i tavolini dei bar sui marciapiedi. Scambiarsi le varie tecniche per mangiare e farsi da mangiare, come stirare senza scottarsi, come sfruttare meglio il proprio telefonino o Smartphone, come appropinguarsi alle fermate del Bus o Metrò o come sapere gli orari in tempo reale. Consigliare o farsi consigliare sull'auslio che più ci si addice, il PC per esempio è di facile uso anche per i non più giovani e coadiuvato da un semplice smartphone e un altrettanto E-book danno tantissima semplice autonomia e capacità di fare molte cose utili se non indispensabili per noi , la familia e la casa. Per esperienza sappiamo che le persone più difficili da convincere che un cieco può fare moltissimo in tutta autonomia NON SONO I CIECHI bensì i familiari, gli amici dei ciechi e senza dimenticare "la gente" ... il/la barista che chiede a chi ci accompagna cosa vogliamo, l'amico/a che incontri per strada che chiede a chi ci accompagna come stai, a chi gentilmente vuole aiutarti a scendere dal Bus e senza parlarti ti "prende" con veemenza giusto il braccio con cui tieni il bastone così da non poter "vedere" il gradino etc. Sia chiaro a tutti che noi ciechi appreziamo moltissimo coloro che vogliono darci una mano SPECIALMENTE se prima CI PARLANO DIRETTAMENTE , è solo così che possiamo capire le buone intenzioni.
A questo, e a tanto altro che Voi ci suggerirete, sono rivolte le nostre finalità semplici ma, per noi ciechi, basilari e importanti.
Le nostre "parole chiavi" sono e rimarranno: ASCOLTO, DIALOGO e CONDIVISIONE (Condividere esperienze, conoscenze e dati).

Per suggerimenti, idee, domande e quant'altro potete scrivere e telefonare


Per questo ambizioso progetto conto su tutti Voi.

Sergio

 
 
Powered by www.msgweb.it