piani-cottura

Orbolandia
Tipologie di prodotti - informazioni per una scelta consapevole


Appunti di:
Valerio Bazzi
aggiornati a settembre 2022



Elenco argomenti

Premessa

Fornelli a gas

Fornelli elettrici tradizionali o in vetroceramica

Fornelli elettrici ad induzione




Premessa


Al momento di acquistare un elettrodomestico è importante avere chiare le caratteristiche delle diverse tecnologie al fine di fare una scelta il più possibile consapevole in termini di funzionalità e sicurezza, prima ancora di valutare l’accessibilità per noi ciechi dello specifico prodotto ed il suo costo.
Coi nostri appunti cercheremo di fornire le principali informazioni tecnologiche, le diverse funzionalità, suggerimenti e curiosità di alcuni dei principali elettrodomestici che utilizziamo correntemente nelle nostre case.
La scelta del tipo di piano di cottura da utilizzare nelle nostre cucine richiede una valutazione dei pregi e dei difetti delle diverse tecnologie, oltre che ovviamente dei costi di acquisto che della facilità gestione.
In questi appunti vengono presentate e tra loro confrontate le diverse tecnologie per aiutare ad una non semplice scelta consapevole.
Questi appunti sono dedicati particolarmente alle persone non vedenti o ipovedenti, ma possono risultare utili anche per persone normo-vedenti.



Torna su




fornelli a gas


Fino ad oggi sono stati i più diffusi in Italia per motivi economici e semplicità díuso.
ma il gas è anche il più pericoloso sia per il rischio di fuga di gas, evento che può essere causa di incendio o esplosione, sia perchÈ bruciando il gas consuma ossigeno dell’ambiente e produce anidride carbonica o in caso di malfunzionamento anche monossido di carbonio!
Quest’ultimo può essere letale e per questo motivo le normative prevedono che sulla parete esterna della cucina sia prevista una adeguata apertura con griglia, nella parte bassa, dato che il monossido di carbonio è più pesante dell’aria.
Per evitare possibili fughe di gas i fornelli devono essere provvisti di sistema per il blocco automatico della fuoriuscita del gas in mancanza della fiamma.
Elevato anche il rischio di scottature e bruciature e non è raro il caso di incendi innescati da spruzzi di olio di frittura o per la vicinanza non notata di materiale infiammabile.
La pulizia non è facile come in altre tipologie di fornelli.
A favore il fatto di non impegnare la fornitura elettrica dell’abitazione, generalmente di soli 3 kw.
Inoltre si possono utilizzare tegami di qualsiasi materiale, purchÈ non infiammabile

Torna su




Fornelli elettrici tradizionali o in vetroceramica


in questi fornelli sono presenti resistenze elettriche che surriscaldano la base di appoggio della pentola che assorbe il calore per contatto con la base.
Richiedono una elevato impegno di potenza elettrica e sono molto dispendiosi perchÈ scarsamente efficienti ed il pericolo di scottature è sempre in agguato.
La pulizia risulta semplice se non sono presenti schizzi bruciacchiati sul piano di cottura

Torna su




Fornelli elettrici ad induzione


I fornelli ad induzione si presentano come un piano liscio, facile da pulire.
Il piano di cottura non viene riscaldato direttamente, bensì l’elettronica sottostante il piano di cottura emette onde elettromagnetiche oscillanti che attraversano il piano di cottura ad esse trasparente.
Al contrario le onde elettromagnetiche provocano l’agitazione degli elettroni nel materiale del fondo della pentola che in tal modo si surriscalda, trasferendo poi al contenuto gran parte del calore accumulato.
il fondo della pentola deve essere di materiale ferro-magnetico; ad esempio non vanno bene tegami in alluminio o rame.
Per controllare se la pentola va bene è sufficiente verificare che una calamita si attacchi al fondo; per la verifica vanno bene anche le piccole calamite souvenir che si attaccano al frigorifero.
Le moderne pentole compatibili coi fornelli ad induzione presentano sul fondo un apposito simbolo.
Per le pentole non ferro-magnetiche vengono venduti appositi dischi di acciaio da interporre tra il piano del fornello ed il tegame, perdendo tuttavia alcuni dei principali vantaggi dell’induzione; infatti i dischi vengono surriscaldati dal processo induttivo e sono loro a fornire calore al fondo del tegame; pertanto i dischi risultano roventi indipendentemente dalla presenza di una pentola e togliendo la pentola il processo di induzione continua finchÈ non viene spento il fornello o viene tolto il disco di acciaio.
Inoltre sono poco efficienti dal punto di vista dei consumi.
Vantaggi del processo di induzione:

Il piano del fornello non si riscalda autonomamente e non si rischiano scottature o incendi: infatti il piano di cottura si riscalda solo nella porzione a contatto col fondo della pentola e si raffredda rapidamente togliendo la stessa dal fornello.

Alta efficienza nell’utilizzo dell’energia elettrica: in ogni caso è consigliabile aumentare la potenza della fornitura elettrica ad almeno 4,5 kw dai 3 kw usuali.

riscaldamento molto rapido dell’acqua di cottura.

- la pulizia risulta molto facile e senza rischi di scottature.
Problema:

La maggior parte dei prodotti commerciali è dotata di tasti per la gestione del fornello di tipo touch piuttosto problematici per le persone cieche.
Tuttavia con qualche accorgimento e un pochino di pratica o con l’aiuto di una persona vedente è possibile imparare a gestirli.
Si trovano anche modelli con manopole fisiche o gestibili tramite applicazione per smartPhone ed un paio di modelli vocalizzati commercializzati da Aziende specializzate in prodotti destinati ai disabili

Torna su




Orbolandia su Youtube

 

 

 

Archivio